Riconoscimenti

2017
Premio Colosseo 2016
Per lo spettacolo: Ladro di Razza di Gianni Clementi
  • Miglior Regia: Giuliano Baragli
    Per aver gestito con maestria i dettagli di uno spettacolo a tre, curando particolari degni di nota e di massima attenzione. I tre attori ben si alternano in una scenografia perfettamente divisa, in una storia tanto amara e drammatica quanto piacevolmente fluida nel proseguo della narrazione, con tocchi e soluzioni di pura finezza.
  • Miglior Attore Non Protagonista: Serafino Filoni
    Per aver interpretato con naturalezza un personaggio tormentato dal peso della miseria.
  • Miglior Locandina: AMM Produzioni Digitali di Antonio M. Monaco
    Perché rappresenta lo spettacolo senza mostrarne la vera tragedia che si nasconde dietro.
Per lo spettacolo: Servizio in Camera
  • Miglior Attore Protagonista: Vincenzo Cicero
    Cicero porta in scena un travolgente personaggio capace di cambi repentini e di sconvolgimenti in cui mette, benissimo, la sua consumata esperienza di attore.
  • Miglior Attore Caratterista: Davide Vincioni
    Pur in un ruolo angusto, è capace di dare al suo personaggio un risalto di efficacia e simpatia che resta nella memoria dello spettatore a commedia finita.

2016
Premio Colosseo 2015
Per lo spettacolo: Senza Moccolo! di Fiammetta Veneziano
  • Miglior Spettacolo
  • Miglior Attore Non Protagonista: Vincenzo Cicero
  • Miglior Attore Caratterista: Giancarlo Cittadini
  • Migliori Musiche: Adriano Piva
  • Miglior Scenografia: Gabrio e Paolo Bianchini
  • Migliori Costumi: Maria Gioia Beneventano
  • Miglior Locandina: Antonio M. Monaco e Serafino Filoni
Per lo spettacolo: Questioni Personali
  • Miglior Attrice Protagonista: Fiammetta Veneziano
  • Miglior Attrice Non Protagonista: Michela Rossitti

2015
Premio Mecenate 2015
Per lo spettacolo: Senza Moccolo! di Fiammetta Veneziano
  • Premio Speciale Tradizioni Popolari
    Interessantissimo lavoro di ricerca e recupero di una antica tradizione romana effettuato dall'autrice Fiammetta Veneziano. Confluito in un lavoro assai ben fatto ed efficace che illustra alle nuove generazioni una affascinante, tenera e convincente: "Roma com'era".
Premio Fitalia 2015
Per lo spettacolo: Senza Moccolo! di Fiammetta Veneziano
  • Miglior Attrice Caratterista: Giulia Loi
    Il personaggino di Teresa spicca sullo sfondo di un animato e popolatissimo spettacolo grazie all’interpretazione di Giulia Loi, che vi fonde tutte le tradizionali versioni del ruolo di giovane attrice - dalla servetta, all’ingenua, alla coquette – in un perfetto equilibrio, reso convincente da una naturale simpatia e presenza scenica, e una grande misura sia gestuale che tonale.
Prova Di Regia 2015
Per il corto: Il piccolo principe (estratto) di Antoine de Saint-Exupéry
  • Miglior Corto Prova di Regia 2015 Città di Velletri
  • Miglior Corto Categoria "Da Regista A Regista"
Premio Colosseo 2014
Per lo spettacolo: Grispino er carzolaro di Fiammetta Veneziano
  • Migliori Musiche: Adriano Piva
  • Migliori Costumi: Maria Gioia Beneventano
  • Miglior Attrice Non Protagonista: Giulia Loi

2014
Premio Mecenate 2014
Per lo spettacolo: Grispino er carzolaro di Fiammetta Veneziano
  • Miglior Attrice Caratterista: Michela Rossitti
    Ha affinato le sue doti Michela Rossitti con la straordinaria caratterizzazione di una non facile Suor Genuflessa, esuberante quanto incredibile… e proprio per questo umanissima nella sua assurda semplicità.
Premio Colosseo 2013
Per lo spettacolo: La spallata di Gianni Clementi
  • Migliori Musiche: Adriano Piva

    L’originalità dei brani si attaglia perfettamente al testo ed al periodo storico in cui la vicenda si svolge, valorizzando la messa in scena.

  • Miglior Attore Caratterista: Vincenzo Cicero

    Un attore di grande qualità, poliedrico, particolarmente espressivo, rende il suo personaggio vivo in ogni sfaccettatura, dal comico al drammatico. Ancora volte coglie di segno.

  • Miglior Attrice Non Protagonista: Michela Rossitti

    Disinvolta nella sua interpretazione sin dall’apertura del sipario, con un’azione sicura e capace, conferma le sue qualità di attrice catturando l’attenzione dello spettatore.

  • Miglior Attore Non Protagonista: Antonio M. Monaco

    Personalità, presenza scenica e buona tecnica danno vita sulla scena ad un’ottima intesa interpretativa basata su ritmi brillanti particolarmente godibili ed esaltanti. Un perfetto sincronismo artistico.

  • Miglior Attore Non Protagonista: Serafino Filoni

    Personalità, presenza scenica e buona tecnica danno vita sulla scena ad un’ottima intesa interpretativa basata su ritmi brillanti particolarmente godibili ed esaltanti. Un perfetto sincronismo artistico.

  • Miglior Attrice Protagonista: Fiammetta Veneziano

    Personalità, carattere, presenza scenica, mimica rappresentano gli ingredienti giusti per renderla padrona del personaggio. Grazie alla sua grinta da romana verace, tiene sempre viva l’attenzione dello spettatore.

  • Miglior Regia: Giuliano Baragli

    Particolarmente abile nell’orchestrare i suoi attori, esaltandone le qualità, realizza uno spettacolo ricco di originalità ed idee dall’’impianto scenico alle scelte cromatiche, dalla scelta musicale alle caratterizzazioni dei personaggi.


2013
Premio Mecenate 2013
Per lo spettacolo: La spallata di Gianni Clementi
  • Miglior Attore Non Protagonista: Vincenzo Cicero
    Nell'atmosfera un po' malinconica di una cucina in cui tutto è ancora rigidamente in bianco e nero come la televisione, in un periodo in cui tutti vorrebbero cambiare, si affaccia Vincenzo Cicero alia Cosimo che riesce a divertirci cavalcando con disinvoltura e allegria le note farsesche e quelle ironiche di una commedia ingenua, vera e spietata.

Premio Colosseo 2012
Per lo spettacolo: Ocean Arrow di Fiammetta Veneziano
  • Miglior Scenografia: Gabrio Bianchini e Lino Fiasconaro

    Una scenografia audace e complessa, gradevole ed interessante, organizzata su più piani in modo da permettere molteplici azioni in contemporanea, rendendo perfettamente l’idea di una barca in crociera.

  • Miglior Locandina: Antonio M. Monaco
    Divertente ed accattivante, trasmette con originalità e fantasia il senso dello spettacolo.
  • Miglior Attrice Caratterista: Liliana De Cola

    Capace di esprimere con una mimica appropriata, nelle espressioni, nella postura e nell’interpretazione, le particolarità del suo personaggio dandogli colore e credibilità.

  • Miglior Attore Caratterista: Roberto Catrambone

    Ineccepibile nel dare vita al personaggio, calandolo perfettamente nel ruolo valorizzandolo con il francesismo ed una postura che mantiene elegantemente per tutto lo spettacolo.

  • Miglior Attrice Non Protagonista: Fiammetta Veneziano

    Perfettamente a suo agio sulla scena, sicura ed attenta, offre ancora una volta una buona interpretazione che conferma tutte le sue qualità.

  • Miglior Regia: Giuliano Baragli
    Ottima la capacità di fare interagire i numerosi personaggi in una scenografia particolare e su più piani, dando ad ognuno l’esatta collocazione e caratterizzazione.

2012
Premio Colosseo 2011
Per lo spettacolo: La sora Pia c'aveva du' fije... di Fiammetta Veneziano
  • Miglior Scenografia: Gabrio Bianchini
    Senza grosse pomposità, semplice ed efficace, con alcune particolari ed indovinate soluzioni quale la visione del figlio che scrive in velatino sullo sfondo della recitazione.
  • Migliori Costumi
    Semplici ed appropriati alla tematica della rappresentazione; una scelta che contribuisce a rendere completo e vero lo spettacolo.
  • Miglior Attrice Caratterista: Fortunata Isopi
    Concilia fisicità e personaggio, interagendo efficacemente con gli altri attori nel ritmo spesso frenetico, senza mai perdere il tono flemmatico con il quale si caratterizza.
  • Miglior Attore Caratterista: Claudio Bozzolo
    Impeccabile, un Don Abbondio permeato di romanità e brillantezza. Divertente e poliedrico, fornisce una prova da grande attore, impreziosita anche dalle capacità di esecutore musicale.
  • Miglior Attrice Non Protagonista: Liliana De Cola
    Superando la fragilità del personaggio ha saputo valorizzarlo con un’ottima interpretazione, arricchita da una buona prova canora.
  • Miglior Attore Non Protagonista: Vincenzo Cicero
    Sornione, apparentemente distaccato da quanto accade intorno a lui, è sempre pronto ad intervenire acutamente. Un istrione alla buona che interpreta il personaggio con grande efficacia.
  • Miglior Spettacolo
    Uno spettacolo complesso e variegato, dove oltre all’’ottima orchestrazione dei personaggi, vengono messi in risalto particolari accorgimenti scenici. Gli attori rendono ottimamente le situazioni in una sorta di gara di bravura tra di loro. Non manca nulla: recitazione, musica, canto. Bravi.
Schegge D'Autore 2012
Per lo spettacolo: Et ainsi Un Soir di Paolo Valentini
  • Miglior Corto D'Innovazione

2011
Schegge D'Autore 2011
Per lo spettacolo: Stati di normale euforia II: è così di Paolo Valentini
  • Miglior Regia: Giuliano Baragli
  • Miglior Attore: Giancarlo Porcari
Per lo spettacolo: Mr. Darwin e lei di Duccio Capiello
  • Miglior Autore

2010
Schegge D'Autore 2010
Per lo spettacolo: Pezzi d'uomo a Mas Palomas di Paolo Valentini
  • Miglior Regia: Giuliano Baragli

  • Miglior Corto D'Innovazione